Workshop di scrittura creativa: La sesta prova. Età dagli 11 anni.

Workshop di scrittura creativa: La sesta prova. Età dagli 11 anni.

Regular price €20,00 €0,00 Unit price per
Tax included.

Workshop: La sesta prova. Creare storie sulla base delle proprie esperienze personali
Lunedì 4 gennaio ore 14.30-16.30 (2 ore)
Venerdì 8 gennaio ore 14.30-15.30 (1 ora)

A cura di Daniele Mocci

ispirato al romanzo L’ultimo giorno di primavera

Scrivere, inventare e… conoscere se stessi!

Cosa significa inventare una storia?
Chi l’ha detto che solo coloro che possiedono quella strana dote chiamata “fantasia” possano scrivere un racconto originale? Con questo workshop ci faremo venire qualche dubbio e impareremo che la fantasia, se non viene alimentata  dalla conoscenza, difficilmente potrà trasformare qualcuno di noi  in uno scrittore o in una scrittrice. Ma cosa bisogna conoscere?  Beh… tante, tantissime cose!  Altre storie, molte storie!  Quindi? Libri, film, cartoni, fumetti.  Anche qualche videogame, perché no?  E poi, ancora, opere teatrali, musica, fiabe, leggende…  Storia, geografia e fatti di attualità. Insomma… è sempre meglio conoscere il mondo in cui viviamo, no?  Ma ci sono anche le scienze e la matematica.  Sì, perché a volte, per scrivere serve pure quella!  E poi non bisogna dimenticarsi di un altro genere di conoscenza che forse è la più importante di tutte… quella che riguarda noi stessi.

Perché, anche se raccontiamo di orchi, elfi, principesse,  mostri extraterrestri, topi giornalisti o maiali parlanti, alla fine, anche se forse non lo ammetteremo mai, stiamo sempre parlando di noi!

 

Il libro: L’ultimo giorno di primavera

Come per effetto di una bizzarra maledizione, anno dopo anno sempre più persone si convincono che Lorenzo compia gli anni il 21 giugno anziché il 20, l’ultimo giorno di primavera.

Per risolvere il problema basterebbe avvisare i suoi amici. Ma lui non lo farebbe mai e non permetterebbe a nessun altro di farlo. Neppure a nonno Raffaele, l’unico che capisce ciò che gli rode dentro.

Quando manca solo un giorno al suo decimo compleanno, la faccenda si complica. Forse dietro quella data sbagliata c’è molto più di quanto Lorenzo abbia mai immaginato. Solo lui potrà scoprirlo, se avrà il coraggio di affrontare le prime vere sfide della sua vita: cinque prove che dovrà superare per arrivare di fronte a un personaggio molto speciale che, forse (ma solo FORSE), potrebbe aiutarlo a risolvere il problema del suo compleanno.

Il workshop: la sesta prova!

Dopo aver spiegato agli allievi la modalità con cui io ho costruito le cinque prove che Lorenzo affronta nella storia, chiederò a ciascuno di loro di immaginarsi una “prova extra”: la sesta prova!

Il tutto, naturalmente, senza svelare niente di importante della trama del libro, SE NON LO HANNO ANCORA LETTO!

Questo sforzo creativo ha lo scopo di aiutare gli allievi a capire che la creatività e la fantasia non sono doti innate e immutabili nei cervelli di quei pochi fortunati che le hanno, ma si possono anche imparare.

Come?

Tra le tante possibilità, un modo che funziona bene (e che moltissimi scrittori utilizzano) è quello di attingere dalle proprie esperienze personali e dalle proprie emozioni. Anch’io ho fatto così, quando ho ideato le cinque prove che Lorenzo avrebbe dovuto affrontare nel libro.

Per esempio, da piccolo avevo paura dell’acqua e mi rifiutavo categoricamente di nuotare dove “non si tocca”, nemmeno se mio padre era lì acanto a me, pronto ad aiutarmi in caso di bisogno. In una delle prove, Lorenzo ha quella mia stessa paura. Ma per andare avanti verso il suo obiettivo, è costretto a fare una nuotata proprio là dove “non si tocca”.

Riuscirà a cavarsela?

E in che modo?

Beh, anche qui ho preso (copiato?) qualcosa che riguarda la mia esperienza personale, insieme a qualche invenzione che rendesse questo episodio il capitolo di un libro di fantasia, e non il semplice racconto di un episodio della mia infanzia.

Insomma, certe storie sono già dentro di noi e, spesso, aspettano solo che ce ne accorgiamo e che troviamo il coraggio o il momento buono per raccontarle.

Per fare questo, però, bisogna sapersi ascoltare, imparare a conoscersi e sviluppare una cosa molto importante: la memoria di se stessi. Sì perché in questo modo, anche se non diventeremo scrittori di successo, di sicuro avremo sempre la possibilità di migliorarci.

Le fasi del workshop

Lunedì 4 gennaio ore 14.30-16.30

 

- racconto per sommi capi del libro L'ULTIMO GIORNO DI PRIMAVERA con un'attenzione particolare per le cinque prove che il protagonista deve superare per avere l'opportunità di risolvere il suo problema (quello che scatena lo svilupparsi dell'intera storia)

- come si scrive una storia: la struttura narrativa in TRE ATTI (cenni generali)

- da dove arrivano le idee

- come farsi venire un'idea: la tecnica di scrivere una storia già scritta senza copiarla

- in preparazione dell'esercizio che sarà proposto agli allievi: ideazione di una sesta prova "da aggiungere" alle cinque che il protagonista del libro deve affrontare. La prova dovrà essere costruita seguendo lo schema della struttura in tre atti e prendendo spunto da una paura o da una "mancanza" degli stessi allievi. Così come il protagonista del mio libro "prende in prestito" quelle che erano le mie paure e le mie "mancanze" di quando ero bambino, gli allievi dovranno costruire la loro "prova" guardandosi dentro e prendendo spunto da qualcosa che dentro di loro non sentono in equilibrio. In questo modo potranno anche fare una piccola riflessione su se stessi in modo "leggero" perché dovranno comunque scrivere un brano di fantasia e, magari, anche avventuroso.

 Al termine delle prime due ore, ci lasceremo con questo compito: ciascuno degli allievi dovrà scrivere la sua sesta prova, utilizzando gli elementi di cui sopra

 Se possibile dopo questa lezione di due ore – i partecipanti invieranno (via mail in formato Word) gli elaborati, cosicché Daniele li possa leggere prima della terza ora

Venerdì ore 14.30-15.30

TERZA ORA: Si dedicherà un po' di spazio a ciascun allievo per fare una riflessione sul proprio elaborato, indicando punti di forza e punti su cui magari occorrerà migliorarsi.

 Al momento del pagamento riceverete un link dove scaricare le info per partecpare. Se non lo ricevete inviate una email a info@edupar.org


Share this Product